mercoledì 22 aprile 2015

Lui è tornato



" È l’estate del 2011. Adolf Hitler si sveglia in uno dei campi incolti e quasi abbandonati nel centro di Berlino. Sessantasei anni dopo la sua fine nel bunker, Adolf inizia una nuova carriera, in televisione: non è un imitatore né una controfigura, è proprio lui, ma nessuno gli crede. Tutti lo prendono per uno straordinario comico. Farsa, satira, pura comicità, analisi spietata e corrosiva del nostro tempo, il romanzo d’esordio di Timur Vermes è un gioiello di intelligente umorismo, un fenomeno editoriale con pochi precedenti. "

Terribilmente geniale, consigliato.

Nessun commento:

Posta un commento