venerdì 28 novembre 2014

Grillo




Ammeto che agli albori seguivo con interesse Grillo e il suo blog, poi lentamente la deriva, la simpatia iniziale si è trasformata persino in antipatia.

Di oggi la notizia delle ultime espulsione dal movimento che ha portato ad un certo malumore della base del partito

La base contesta il blog: «Beppe e Casaleggio, non vi reggiamo più»

Dall'inizio della legislatura il M5S si è dimostrato sostanzialmente inutile e del tutto ininfluente all'interno del parlamento, da qui la debacle alle ultime regionali, i "vaffa" non bastano piùil comico sta sempre più perdendo il suo appeal. Con gli ultimi due siamo a 9 tra fuoriusciti e espulsi a Montecitorio.

L'ultimo chiuda la porta.

aggiornamento ore 12:
Grillo pubblica un post sul suo blog Comunicato politico numero cinquantacinque,"Sono un po’ stanchino", e apre una nuova consultazione per scegliere il suo erede.
 

giovedì 27 novembre 2014

Soldi pubblici ai giornali dei partiti

Riporto uno striminzito articolo nascosto tra altri mille sul sito di Panoroma :

L'elenco delle 10 testate di partito che hanno ricevuto più soldi dal 1993 al 2012




"Il finanziamento pubblico ai partiti avviene attraverso diverse forme. Una di queste è il finanziamento alle testate giornalistiche associate ai vari movimenti politici. Dal 1993 al 2012 sono stati erogati quasi 240 milioni di euro, ripartiti fra vari giornali, quasi tutti ad oggi falliti. A seguire la classifica delle dieci testate che hanno ricevuto il maggior contributo pubblico. "

C'è poco da aggiungere, oltre al fatto che di tasca mia sono costretto a finanziare la gloriosa TV di stato, mi tocca anche finanziare il giornaletto del partito di turno, qualunque esso sia, mi viene il vomito, andiamo avanti così.

Nota a margine: dalla lista mancano testate come Repubblica, Il Giornale, Il Corriere, anche se non ufficialmente testate di partito possono facilmente essere riconducibili ad una corrente politica.

martedì 25 novembre 2014

The Knick


Se siete appassionati di serie tv vi segnalo The Knick,  siamo a New York, inizi del 900. Il principale protagonista è il dottor John Thackery, chirurgo al Knickerbocker Hospital, magistralmente interpretato da Clive Owen

Oltre al solito romanzo attorno ai vari personaggi, quello che di più mi piace in questa serie sono gli aspetti della chirurgia e della medicina ad inizi del secolo scorso, come si può vedere dalla foto si operava a mani nude, senza mascherine, il sangue veniva aspirato con un aspiratore manuale, molte tecniche oggi banali venivano sperimentate per la prima volta, si era insomma agli albori della chirurgia moderna.     

Da notare anche la presenza di un medico di colore in un ospedale per bianchi, una cosa alquanto insolita per l'epoca. 


In Italia è trasmesso nei canali a pagamento di Sky. 
Buona visione.

lunedì 24 novembre 2014

Samantha Cristoforetti


Tra mille beghe, tasse, corruzione, debiti, disoccupazione e chi più ne ha più ne metta per fortuna ogni tanto c'è qualcosa per cui essere orgogliosi di essere ITALIANI.


giovedì 20 novembre 2014

Migranti

Di oggi la notizia di nuovi sbarchi

Sicilia, una nave con 600 migranti è arrivata al porto di Augusta


Il problema dei migranti clandestini non è nuovo, in Italia via mare ormai arrivano da anni, si sono avvicendati diversi governi, si sono proposte diverse soluzioni, ma nella sostanza non è cambiato molto.

Affrontando il tema con amici e colleghi vengono fuori due macro pensieri. 

Il primo, riconducibile ad un orientamento politico di sinistra, sostiene che le operazioni come Mare Nostrum sono del tutto giustificate, costi inclusi, che gli italiani sono stati dei migranti e quindi, per una sorta di pegno da pagare, i migranti clandestini che arrivano vanno accolti ed aiutati.

Il secondo, riconducibile ad un orientamento politico di destra, sostiene che bisogna respingere i migranti clandestini, i soldi spesi per il soccorso, l'accoglienza e la gestione dei migranti clandestini vanno destinati all'Italia, già piena di problemi ed in profonda crisi.

Io non ho la soluzione a portata di mano, ma mi sembra del tutto evidente che la gestione attuale del problema non sia ottimale e porti ad una montagna di problemi, nonchè ad un costo per la collettività.

Volevo far notare che, un civilissimo paese come l'Australia, dove di recente si è anche tenuto il G20, adotti la seguente politica in fatto di immigrazione:

martedì 18 novembre 2014

Il Ragazzo di Varsavia


Sono particolarmente affezionato alla città di Varsavia, ci ho vissuto in passato e ci ritorno sempre volentieri. Da qui anche il nome al Blog.

Qualche settimana fa ho notato in libreria "Il Ragazzo di Varsavia", di Andrew Borowiec, l'ho comprato senza esitare, letto in una settimana.
 

L'autore, allora ragazzino, racconta l'invasione della Germania e la Rivolta di Varsavia vissuta in prima persona. E' una lettura che vi consiglio particolarmente, un resoconto dettagliato e ben scritto di uno dei periodi più bui della nostra storia recente, da l'idea di cosa voglia dire vivere sotto occupazione e a cosa può portare l'amore per il proprio paese. 

Buona lettura

lunedì 17 novembre 2014

La nuova Europa


"Tra i boia che massacrano i soldati ci sarebbero Nasser Muthana, 20 anni, studente inglese di medicina, proveniente da Cardiff, e ci sarebbero anche due francesi, sui quali la procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per omicidio."

  
Io sinceramente non vedo nessun inglese e nessun francese nella foto allegata. Vedo al massimo due tizi arabi che hanno ottenuto per via burocratica la cittadinaza nei rispettivi paesi, questo non li rende neanche lontanamente europei. E non venite a dirmi che si tratta di casi isolati, è l'ultimo episodio di una lunga serie.

La nuova Europa non mi piace per nulla.

Brutto Sporco e Cattivo




E' da qualche tempo ormai che il Corriere si scaglia puntualmente contro Matteo Salvini, leader della Lega Nord, vi invito a leggere l'ultimo articolo di una lunga serie :

Le mille beghe venete nella Lega di Salvini (che sale nei sondaggi)


Già il titolo parte male, "mille beghe", forse l'autore non ha contato le beghe del PD o del PDL, per non parlare di quelle del M5S. Si riprende nel finale ammettendo che, tutta via, Salvini sale nei sondaggi. Chissà perchè aggiungerei io.

Mi puzzano di articoli su commissione, scritti solo per cercare ad ogni modo di screditare l'ascesa di Salvini e della Lega degli ultimi mesi. Ovviamente, essendo Salvini della Lega, è a prescindere un personaggio ignorante, brutto, sporco e cattivo.

Ritorando all'aggressione al campo rom di qualche giorno fa, mi chiedo, se dentro l'auto ci fosse stata la signora Kyenge e gli aggressori fossero stati di estrema destra, cosa sarebbe successo ?

Probabilmente la guerra civile, ma per fortuna era solo quel deficiente di Salvini, quindi aggressione giustificata, come si premura di
raccontarci Andrea Scanzi, giornalista del Fatto Quotidiano